GUIDA AL SITO

Benessere

Biblioteca

FEBBRE NEL BAMBINO E MISURAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA

La febbre rappresenta il sintomo più frequente che annuncia o accompagna una malattia. Quando la febbre si manifesta nei bambini è spesso causa di proccupazione nei genitori, soprattutto in età neonatale. La febbre è un automatismo di difesa dell’organismo, utile  per combattere virus e batteri; non è quindi una malattia e bisogna saperla gestire. E’ una situazione di disagio per il bambino che provoca, malessere, debolezza, inappetenza, dolori diffusi, sonnolenza o stati di agitazione. E’ importante che i genitori imparino a gestire la situazione, trattandosi di un evento  frequente e comune nei bambini che in genere non porta conseguenze gravi.
 
 
QUANDO IL BAMBINO HA LA FEBBRE...
La Febbre nel BambinoOccorre soprattutto controllare la temperatura e farlo bere, non coprendo troppo il corpo per farlo traspirare e disperdere il calore, non forzare il bambino a mangiare né costringerlo a letto se non vuole. La febbre è una risposta dell’organismo a un agente esterno (virus o batteri), perché con l’aumeto della temperatura corporea l’organismo rende più difficile la proliferazione batterica o virale. Si parla di febbre quando la temperatura supera i 37 °C. La temperatura corporea varia da bambino a bambino e che può alzarsi anche per cause fisiche, in seguito a uno sforzo o dopo l’esposizione prolungata al sole o con un clima molto caldo e umido. Inoltre, la temperatura segue un ritmo circadiano: è quindi normale rilevare una temperatura più bassa al mattina e più alta alla sera. Le linee guida del Minstero della Salute più recenti raccomandano di misurare la febbre sotto l’ascella con termometro elettronico, anche nei bambini molto piccoli (meno di quattro settimane).  La misurazione sotto l’ascella ha come vantaggio la facile accessibilità e la buona tollerabilità per la  maggior parte dei bambini. Nei bambini con più di 4 settimane di vita si può optare anche per la misurazione auricolare con termometro a infrarossi. Occorre però segnalare che la misurazione per via auricolare è sensibile a errori soprattutto se eseguita da mani poco esperte. Ai genitori, quindi, si raccomanda una misurazione con termometro elettronico sotto l’ascella. La misurazione per via rettale, un tempo raccomandata nei bambini con meno di 5 anni, è  sconsigliata perché può causare fastidio nel bambino. Può essere presa in considerazione nei  bambini critici o privi di coscienza, se effettuata da operatori esperti. Va comunque evitata in caso di sanguinamento del retto.
 

TIPI DI TERMOMETRI


 
Attualmente per la misurazione domestica della temperatura abbiamo a disposizione:
- Termometri di vetro con gallistano: sostituiscono i vecchi termometri a mercurio, non più utilizzabili. Il termometro in vetro può essere usato per la misurazione ascellare, mentre quelle rettale e orale sono sconsigliate in quanto il vetro può rompersi.
- Termometri elettronici : avvertono con un segnale acustico la fine della  misurazione. Si può misurare a livello ascellare, rettale od orale.
- Termometri a raggi infrarossi: elaborano le radiazioni emesse naturalmente dal corpo e danno una misurazione molto veloce. La misurazione può essere fatta nell’orecchio o sulla fronte. Deve essere usato correttamente e bisogna leggere attentamente le istruzioni per fornire una misurazione affidabile.
 
USO DEL TERMOMETRO DI VETRO
Tenere saldamente il termometro, scuoterlo varie volte, dando un colpo deciso del braccio verso il basso per riportare il galistano nel bulbo. Far sedere il bambino (se è molto piccolo tenerlo seduto sulle ginocchia della mamma), sollevargli il braccio e collocare il bulbo sotto l’ascella. Abbassare il braccio del piccolo piegandolo verso il torace, aspettare il periodo di tempo raccomandato (in genere tre minuti) e rimuovere il termometro. Rilevata la temperatura scaricare il termometro, lavarlo in acqua fredda e riporlo in un luogo sicuro.
 

MISURARE LA TEMPERATURA ORALE


Pulire il termometro con acqua e sapone o alcool, premere il tasto di accensione e chiedere al bambino di aprire la bocca. Posizionare il termometro sotto la lingua, invitarlo al serrare le labbra e aspettare circa tre minuti o fino al segnale acustico. Rimuovere lo  strumento rilevare la temperatura. Se è superiore a 37,5°C va cosiderata febbre. Spegnere il termometro lavarlo e asciugarlo.
 

MISURARE LA TEMPERATURA RETTALE


Pulire il termometro con acqua e sapone o alcool e risciacquare con acqua fredda, lubrificando il bulbo con olio alimentare. Mettere il bambino con la pancia rivolta verso il basso su una superficie stabile, oppure con la pancia verso l’alto con le gambe sollevate verso il grembo. Inserire delicatamente il bulbo del termometro nel retto. Non forzare mai il termometro e fare attenzione a non inserirlo troppo profondamente. Tenere il termometro in posizione: mantenere fermo con la mano il bambino e con l'altra sul termometro per evitare che accidentalmente penetri ulteriormente nel retto. E' importante che il paziente stia immobile durante la misurazione per evitare incidenti. Trascorsi 3 minuti o dopo il segnale acustico, rimuovere il dispositivo e controllare la lettura, sottraendo 0,5°C. Lavare e asciugare il termometro.
 
MISURAZIONE AURICOLARE O TIMPANICA
Misura le radiazioni infrarosse all’interno dell’orecchio. Tenere la testa del bambino e cercare di non far muovere il capo. Inserire il sensore ( protetto dagli appositi cappucci) nel condotto uditivo, tenere premuto il tasto di accenzione per circa un secondo o fino al segnale acustico. Non spingere e non usare la forza. Rimuovere lo strumento e leggere la temperatura.

MISURAZIONE FRONTALE CON TERMOMETRO A INFRAROSSI


Questo strumento deve essere usato correttamente per avere risultati attendibili. Leggere e seguire attentamente le istruzioni d’uso. Generalmente il termometro va appoggiato sulla tempia del bambino in corrispondenza dell’arteria temporale ( sopra il sopracciglio destro o sinistro). Posizionato il termometro premere il tasto di accenzione. Dopo circa qualche secondo rilevare la temperatura.
 

QUALCHE CONSIGLIO IN PIU'...


Le mamme che usano termometri digitali o a infrarossi lamentano spesso letture di temperature diverse, anche se rilevate dopo poco tempo o letture anomale. Questi tipi di termometri sono molto sensibili per cui risentono anche delle variazioni della temperatura ambientale, quindi prima di rilevare la temperatura il termomatro va lasciato stabilizzare per circa 20/25 minuti nell’ ambiente a cui si trova il bambino. Se il bambino arriva da un ambiente a temperatura diversa, attendere almeno 5 minuti prima di effettuare la misurazione. Mai misurare la temperatura a letto o sotto le coperte. Confrontare il valore rilevato con la normale temperatura del piccolo (quando sta bene) misurata con lo stesso strumento, per capire l'entità dell'alterazione.
Giovedi 23 Febbraio 2017

Categorie

I pi letti della categoria
 
Misurare la Pressione: Quanto sono "precisi" i misuratori automatici?
Continua
 
Misuratori di Pressione OMRON: Quale Scegliere?
Continua
 
Freestyle Libre: Quanto 'preciso' nel misurare la glicemia?
Continua
I pi richiesti della categoria
 
SATURIMETRO DITO DOMICILIARE
› Scopri
 
KIT MISURATORE OMRON M7 INTELLI IT + ADATTATORE [2016]
› Scopri
 
GYNO-CANESTEST TAMPONE VAGINALE
› Scopri